Categoriarenzo moschini

CANDIDATI E ELEZIONI IN TOSCANA

Già da qualche settimana in Toscana  circolano proposte anche strambe di candidati –presidenza inclusa- per  le prossime elezioni regionali. Prima però di parlare di candidati è necessario ricordare –in troppi sembrano averlo dimenticato-che il Referendum clamorosamente e meritatamente  perso, proprio sulle Regioni e in particolare quella Toscana avevano lasciato una impronta negativa...

IL FUTURO DELLA TOSCANA NEL CASSETTO DI GIANI

Dopo le tante ipotesi strambe sulle candidature alla Regione Toscana, ieri Repubblica, cronaca Firenze, ci fa sapere qualcosa anche sulle idee per la Toscana del futuro. Giani ce n’ha addirittura 50 idee nel cassetto. Se sarà candidato ce le metterà ovviamente a disposizione. Su cosa serve e presto in Toscana Repubblica ieri ha dedicato anche un articolo dei responsabili della Autorità di bacino...

La Darsena Europa

Il Tirreno ha dedicato un articolo alla Darsena Europa e ai  rischi che ne derivano per la nostra costa. Si stanno raccogliendo anche firme e Legambiente già impegnata e non solo per Livorno si sta mobilitando. Che costa e mare e pure fiumi in Toscana siano un problema e da tempo è cosa nota. Sorprende che, mentre si litiga e di brutto sulle autonomie col rischio crisi di governo, che un progetto...

L’autonomia regionale e i troppi pasticci e rischi

Ancora non disponiamo delle proposte, più volte annunciate come pronte, sul regionalismo differenziato e già le polemiche tengono banco. E non si tratta certo di una novità, basta ricordare il titolo V e poi il Referendum, la legge del Delrio sulle province. In questi giorni in Toscana i comuni fusi con legge regionale protestano per i soldi promessi che non arrivano; 4 milioni. Ma forse è bene...

I Parchi sempre più allo sbando

Come Gruppo di San Rossore stiamo lavorando ad un libro della Collana ETS, sul rilancio di quel che resta dei nostri parchi.  Una riflessione critica e autocritica che ha l’obiettivo di far uscire i parchi da una condizione ormai insostenibile per la mancanza di politiche  adeguate anche per la loro separatezza e distacco dalle altre attività del territorio. La legge stabiliva, ad esempio, che al...

L’AMBIENTE RESTA INDIETRO

Il voto europeo da noi a differenza che in altri paesi non ha premiato l’ambiente. Il successo dei Verdi in quei paesi consentirà di arginare il sovranismo. In Italia si registrano alcune significative novità ma i ritardi, le inadempienze, i gravi errori governativi e parlamentari ma anche delle regioni ci hanno talmente penalizzati da non riuscire ad avvalerci dei finanziamenti comunitari non...

Novità’ nelle politiche ambientali

Da tempo sulle politiche ambientali con particolare riferimento ai parchi e alle aree protette vado segnalando e criticando posizioni e decisioni nazionali e non solo, che  ne hanno reso sempre più grave e allarmante la situazione. Situazione di cui il Pd ha  fatto le spese sul piano elettorale. Sconfitte che non ci avevano finora indotto a  porvi rimedio neppure dove le abbiamo prese sode...

Ambiente e assetto istituzionale

La  svolta ambientale a cui si punta non solo sul piano nazionale, se non vogliamo precipitare in un abisso, richiede anche un serio e adeguato riassetto istituzionale che ha bisogno però, se vogliamo evitare nuovi pasticci, di un serio confronto pubblico. Un confronto che non può avvenire come ha giustamente scritto Alessandro Volpi sul Tirreno, a ‘colpi di slogan’. E se sono rilevanti i...

Non solo bandiere blu sul Mare nostrum

Mare e aree protette marine dopo l’incontro al Fortino a Marina di Pisa rimangono naturalmente al centro della nostro impegno e iniziativa e non solo ovviamente del Gruppo di San Rossore. Da pochi giorni sono state assegnate anche le bandiere blu che in Toscana hanno premiato molti comuni anche per la prima volta. Ce ne sono però anche alcuni che hanno perso il titolo a conferma che la nostra...

SULLE PROVINCE MANCAVANO SOLO LE CAVOLATE DI DIMAIO

Che le province dopo la legge Delrio boccheggiassero era noto specie a causa anche del fallimento del Referendum che non  le aveva cancellate dalla Costituzione, come ci si era proposti. Sopravvissute, ma non più elettive e con compiti  sempre più limitati e contraddittori rispetto alle regioni ed anche ai comuni e con risorse del tutto insufficienti  in particolare per scuole e strade. La legge...

RSS Notizie ISPRA

Seguici su social!