Ultimi articoli

L’ambiente senza politica e istituzioni sbarella

Gli ultimi incontri europei e mondiali l’hanno confermato platealmente; se gli stati dell’ambiente e dei suoi disastri incombenti e già in corso se ne infischiano il mondo va a rotoli. Insomma se dal centro alla periferia mancano leggi e regole adeguate, progetti per attuarle e rispettarle senza condoni, imbrogli e quella leale collaborazione istituzionale non solo nazionale, di cui si sono perse...

ANCHE L’AMBIENTE ASPETTA IL NUOVO PD

Mai come in questo momento l’ambiente riguarda e drammaticamente presente e futuro del nostro paese come dell’Europa e del mondo. E la politica e le istituzioni debbono e il più rapidamente possibile recuperare un ruolo che negli ultimi anni è andato via via sparendo e comunque perdendo incisività e chiarezza fino al punto di risultare marginale e spesso latitante anche in realtà dove...

Per un partito riformista

Che il nuovo Pd dopo le sconfitte collezionate con il Referendum e le elezioni politiche ma anche  con quelle locali e regionali non possa ripartire dal rancore –Renzi rimane in questo imbattibile- o dalla nostalgia di altre epoche non ci piove. Anche se non mancano quelli che strumentalmente ti affibbiano il titolo di rancoroso o nostalgico se rifiuti la vecchia minestra riscaldata a cui  Renzi...

Ambiente e ruoli istituzionali: sempre peggio!

Che l’ambiente non potrebbe passarsela  peggio è fin troppo evidente e ben pochi possono ignorarlo. Non altrettanto chiaro per molti è che la causa  principale  e determinante sta nei sempre più confusi ruoli istituzionali. Quell’ormai famoso e traballante Titolo V che affida allo stato la tutela dell’ambiente, dell’ecosistema e dei beni culturali che dovrebbe essere gestito in leale...

Problemi attuali del Parco Nazionale dello Stelvio: brevi note

Di Carlo Alberto Graziani 1. Il Parco dello Stelvio è Parco Nazionale La legge quadro sulle aree protette (l. 394 del 1991) all’art. 35, comma 1, stabilisce che per il Parco Nazionale dello Stelvio lo Stato, la Regione Lombardia e le Province autonome di Trento e Bolzano debbano provvedere d’intesa tra loro. Lo strumento dell’intesa era già previsto, per le due Province, dall’art. 3 del DPR 279...

Se c’è cosa fa il Pd a Pisa?

Prima di cercare di rispondere a questo interrogativo che a Pisa si pongono in molti, specie dopo il tonfo elettorale, devo fare una premessa politico-culturale. Quando mai nelle molte vicende politiche della sinistra il suo partito principale è stato così privo di sedi e strumenti di dibattito, confronto, informazione, ricerca? Io ho voluto dedicare alla mia lunga esperienza politico...

I disastri politici hanno  pesanti effetti anche sull’ambiente

Non si tratta certo di una novità né in Italia né nel mondo. E tuttavia forse non è stata mai così clamorosamente evidente. Gli USA la crisi la negano e soprattutto la ignorano. Ma anche in Italia e in Toscana non si scherza. Che un ambito delicato e strategicamente determinante e qualificato come i parchi e le aree protette sia anch’esso a grave rischio è noto. Proprio in queste settimane lo...

Cosa non quadra ancora sui parchi

Anche il congresso di Federparchi ha contribuito come  era naturale alla ripresa di un discorso sui parchi e le aree protette che continuano a boccheggiare. Le sollecitazioni di Mattarella, alcuni impegni e decisioni del ministro Costa e una ripresa di interesse anche in sede parlamentare hanno riacceso qualche lampadina. D’altronde era difficile ignorare che su 24 parchi nazionali 11 sono ancora...

Parchi: la musica non cambia

Le notizie regionali e nazionali confermano in maniera preoccupante che  malgrado i ripetuti fallimenti degli ultimi anni, alla vigilia del congresso di Federparchi la situazione dei parchi registra rilanci e proposte una peggio dell’altra. Il Lazio sta mazzolando i parchi regionali con una nuova legge sebbene in un ampio articolo di Zingaretti abbia letto interessanti e insolite dichiarazioni a...

Il futuro del mare è ora

Che i guai dell’ambiente in Toscana, nel paese, in Europa e nel mondo siano ormai micidiali è fin troppo evidente. E che la politica e le istituzioni ne portino la maggiore responsabilità ce l’ha confermato il recente voto in europa che ha visto –non certo per caso- gli ambientalisti tornare sulla scena. D’altronde  in Italia il voto politico nazionale, regionale e locale aveva già dimostrato...

RSS Notizie ISPRA

Seguici su social!